PEC obbligatoria per professionisti e imprese
18 Settembre 2020 Casella PEC

PEC obbligatoria per professionisti e imprese

Il Decreto-legge Semplificazioni ha introdotto l’obbligo per le imprese di comunicare al registro delle imprese il proprio indirizzo PEC entro il 1° ottobre 2020.

Tale obbligo rappresenta la tappa conclusiva di un percorso di digitalizzazione iniziato nel 2005, dove la Posta Elettronica Certificata diventa il “domicilio digitale” per imprese e professionisti.

Oltre alle imprese, anche tutti i Professionisti sono tenuti a comunicare all’Ordine di appartenenza il proprio “domicilio digitale”, cioè il proprio indirizzo PEC, come disposto dall’ art. 37 del DL 76/2020.

Nel caso in cui non comunichino il proprio indirizzo digitale è previsto l’obbligo di diffida ad adempiere, entro 30 giorni da parte dello stesso Collegio o ordine di appartenenza.

Dal giorno 1° Ottobre 2020, l’Ordine sarà costretto a diffidare l’iscritto che non abbia già comunicato il proprio indirizzo PEC, e trascorsi 30 giorni, in caso di inadempienza, sarà costretto a sospendere l’iscritto fino a quando non avrà comunicato il proprio domicilio digitale, cioè l’indirizzo PEC.

Sono previste anche sanzioni per Ordini e Collegi, dove nel caso di omissione di comunicazione dei domicili digitali ed il loro aggiornamento potranno essere sciolti o commissariati.

L’iscrizione del proprio domicilio digitale al Registro delle imprese è verificabile semplicemente:

  • tramite una visura aggiornata dell’impresa, scaricabile gratuitamente dal cassetto digitale dell’imprenditore, accendendo con SPID o con CNS
  • con una ricerca sul sito www.registroimprese.it
  • per i professionisti collegandosi a INI-PEC